Il progetto

Giornata delle Ville Venete

2° edizione 21 e 22 ottobre 2023

Un lungo weekend per scoprire e Vivere le Ville Venete

Che cos’è?

È un evento nazionale interamente dedicato alle Ville Venete per raccontare la “Civiltà di Villa” attraverso delle esperienze: visite, degustazioni, soggiorni, laboratori, reading, performance artistiche, attività olistiche, convegni e incontri esclusivi.

Che cosa si fa?

Il visitatore, l’ospite, potrà scoprire e conoscere le Ville Venete attraverso la partecipazione attiva ad esperienze tematiche, che potrà scegliere a seconda delle proprie passioni o del territorio che vorrà scoprire. Tutto questo nell’arco di un intero weekend.

 

Giunta alla sua seconda edizione, la Giornata delle Ville Venete valorizza la Villa Veneta promuovendo la sua vera identità di “Casa Viva” unica al mondo e non paragonabile con altre realtà culturali simili.
Questo viaggio alla scoperta della “Civiltà di Villa” coinvolge il visitatore che, chiamato a prendere parte ad attività esclusive, da semplice osservatore passivo si riscopre protagonista attivo attraverso il “fare”, portando attenzione ed importanza alla fruizione dell’esperienza. 

Le Ville Venete racconteranno la propria storia, l’arte, la cultura, l’architettura, l’artigianalità e la natura che le circonda attraverso visite guidate, passeggiate, concerti, laboratori, degustazioni, soggiorni e molte altre esperienze che faranno conoscere al partecipante la Villa Veneta di ieri, oggi e domani.  

In questa seconda edizione delle Giornate delle Ville Venete è stata inserita una sezione “itinerari suggeriti”, dove è possibile pianificare una giornata o addirittura un intero weekend dedicandosi ad un moderno “Grand Tour”. 

Tematiche delle esperienze

HERITAGE: le attività̀ tradizionali e conosciute di una villa veneta proposte in modo esclusivo:  una visita guidata con il proprietario, una rievocazione in costume, un racconto approfondito con aneddoti della famiglia. 

FAMILY: attività̀ dedicate alle famiglie e ai bambini: laboratori, cacce al tesoro, attività̀ di artigianato, visite speciali per i più piccoli.

GREEN: attività̀ organizzate in outdoor e/o con tematiche sostenibili: una visita al parco con guida specializzata, un pic-nic autunnale, uno shooting fotografico e altro.

WINE&FOOD: attività̀ che prevedono una parte enogastronomica. Molte Ville Venete ad oggi mantengono intatta la propria storia enogastronomica grazie alla produzione vitivinicola con visite alle cantine, degustazioni di prodotti agricoli, visite alle vigne, pranzi, cene, brunch e merende dedicati ai prodotti d’eccellenza delle Ville Venete.

NOVITà 2023

DREAM: soggiorni da sogno per vivere un’esperienza completa ed immersiva in un’esclusiva Villa Veneta. 

WELL-BEEING: Le Ville Venete fanno stare bene, aiutano a ritrovare il proprio benessere psico fisico grazie ad una concentrazione di energia alchemica e olistica che tocca i temi della bellezza, della natura, del paesaggio. Qui troverete inserite le esperienze che vi riconnetteranno con il vostro io interiore come la meditazione, lo yoga, digital detox, la lettura di poesie, ascolto di musica rilassante, bagno di gong, piccoli incontri nei salotti culturali.

GENERAZIONE Z: attività che consentono un’esperienza di visita esclusiva alle scuole, gruppi classe o gruppi di studenti Universitari. Ogni Villa propone delle attività didattiche dedicate a studenti della scuola secondaria di primo o secondo grado, fino alle università.

Pianifica la tua GVV attraverso i nostri itinerari consigliati

Se vuoi dedicare un weekend alle GVV, oppure un’intera giornata combinando più esperienze in Ville vicine consulta i nostri itinerari suggeriti.

Il programma

La seconda edizione della Giornata delle Ville Venete – GVV  si svolgerà sabato 21 ottobre e domenica 22 ottobre 2023 in tutte le Ville aderenti delle Regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia.
Durante l’intero weekend verranno proposte dalle Ville aderenti al progetto: visite guidate, reading, spettacoli teatrali, degustazioni di prodotti, passeggiate green, attività di yoga, laboratori sull’affresco e alcune aperture straordinarie ed esclusive in luoghi che solitamente non sono aperti ai visitatori, e molto altro ancora.

Sabato 21 ottobre dalle 9.00 alle 13.00 un ulteriore evento si aggiunge alle molteplici esperienze proposte dalle Ville. Trattasi di uno speciale Convegno dedicato ad approfondire diverse tematiche riguardanti le Ville Venete.
A breve sarà pubblicato il programma.

Perché un intero weekend dedicato alle Ville Venete?

  • Promuovere la specificità̀ e la Civiltà̀ delle Ville Venete: unica e incommensurabile, ricca di storia e non assimilabile ad altre realtà̀.
  • Aggregare in un’unica giornata le molteplici esperienze tematiche che si possono fare nelle Ville Venete
  • Sottolineare ciò che è la Villa Veneta «Ora», nel presente, con tutti i servizi trasversali che propone al visitatore odierno.
  • Utilizzare la Villa Veneta e le esperienze che offre per recuperare il proprio benessere attraverso la bellezza in modo conviviale.
  • Visitare in modo esclusivo alcune Ville Venete accompagnati dai loro proprietari.
  • Aumentare l’afflusso turistico nazionale e di prossimità in bassa stagione
  • Condividere le Ville Venete non solo dal punto di vista promozionale e di conoscenza nei confronti dei visitatori ma anche dal punto di vista imprenditoriale nei confronti dei proprietari di Ville Venete.

Enti ideatori e promotori del progetto

Associazione per le Ville Venete

L’Associazione per le Ville Venete è un’associazione senza scopo di lucro, gestita da Proprietari e Rappresentanti di Ville Venete. Aggrega centinaia di Ville Venete da più̀ di quarant’anni, con lo scopo di supportare, valorizzare, trasmettere e promuovere la Civiltà̀ delle Ville Venete. L’Associazione per le Ville Venete è Ente Ufficiale, riconosciuto dall’IRVV e dalla Regione Veneto, che consiglia e supporta i proprietari di Ville Venete consentendo ai loro beni di rimanere sostenibili ed accessibili alle generazioni future.
Attraverso www.villevenetetour.it l’associazione promuove le Ville Venete aperte al pubblico e attraverso il sito www.villevenetescuole.it si propone di agevolare la diffusione e la comunicazione dell’offerta didattica delle Ville Venete.

Se pensiamo al Palladio, alla sua concezione architettonica di Villa Veneta come “fabrica” capiamo subito quanto le Ville fossero luoghi del fare. Certo, splendide residenze estive, ma che avevano la funzione di produrre beni di consumo quali il grano, il vino, i formaggi.
Da sempre l’Associazione delle Ville Venete si pone come obiettivo la valorizzazione del grande patrimonio costituito dalle Ville, disseminate tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia, cercando di comunicare al pubblico -che le avvicina per la monumentalità dei volumi architettonici, per la grandiosità artistica che incastona questi beni in paesaggi straordinari, talvolta ancora integri, incontaminati- che le Ville sono organismi vivi, luoghi del fare. Esattamente come un tempo.
Un tempo passato che è avamposto di futuro perché è sempre più evidente quanto sia fondamentale ripensare economia, comunità e risorse in un’ottica di sostenibilità vera, scegliendo prospettive di tutela e rispetto.
Da sempre, per noi, tutela e valorizzazione vanno di pari di passo col far vivere la Villa e col fare esperienza in Villa.
Se ci pensiamo, le Ville Venete in questo sono state precorritrici, già al tempo ideate come capsule spazio- temporali autosufficienti a tutela del paesaggio circostante, della produttività stagionale, dell’ artigianato, della comunità che si formava e gravitava intorno alla Villa.
Con questo spirito e con tanta voglia di futuro, organizziamo la Giornata delle Ville Venete all’insegna di un ventaglio di proposte che permettono al visitatore di fare esperienza vera e reale della vita in Villa.
Con passo lungimirante, perché la vita in Villa ci rimette in contatto con quei valori e stili di vita di cui l’uomo contemporaneo sente sempre più l’esigenza.
Il grande tema d’attualità è quello del benessere psicofisico; ci piace far scoprire ai visitatori quanto la vita in Villa sia corroborante, rigenerante e foriera di valori antichi che parlano di accoglienza, genuinità, bellezza di luoghi, persone e relazioni.
Di comunità. Perché la Villa Veneta è da sempre un luogo di condivisione.

Presidente – Isabella Collalto de Croy

Il progetto è promosso da IRVV – Istituto Regionale delle Ville Venete

A seguito della caduta della Repubblica di Venezia, le Ville Venete conobbero un lungo periodo di abbandono che si sarebbe protratto fino al secondo dopoguerra. Solo negli anni ’50, alcuni intellettuali veneti come Giuseppe Mazzotti, Giovanni Comisso, Renato Cevese e Silvio Negro si impegnarono a riportare al centro dell’attenzione questo straordinario patrimonio architettonico, artistico e culturale. Fu a seguito del loro sprone che lo Stato istituì nel 1958 l’Ente Ville Venete che, nel 1979, fu trasformato in Istituto Regionale e che da allora si dedica al restauro, alla valorizzazione e alla catalogazione delle Ville nel territorio veneto e friulano. Si tratta di 4243 manufatti, di cui 3807 in Veneto e 436 in Friuli-Venezia Giulia distribuiti in tutte le province delle due Regioni e la cui catalogazione è disponibile on line. Il 15% è di proprietà pubblica o di enti ecclesiastici, mentre il restante 85% è privato. L’attività di sostegno alla conservazione, alla valorizzazione e promozione vede un ruolo in costante accrescimento dell’Istituto, sempre in piena collaborazione con i proprietari, che ha portato alla realizzazione di migliaia di interventi di restauro effettuati direttamente o mediante la concessione di supporti finanziari ai proprietari stessi.
Negli anni sono stati realizzati numerosi importanti progetti editoriali tra cui la pubblicazione del catalogo Atlante del Veneto, i cataloghi delle Ville delle province venete e del Friuli-Venezia Giulia, nonché quelli degli affreschi custoditi nelle Ville Venete dal XVI al XIX secolo che illustrano 967 cicli pittorici.
Le ville aperte al pubblico sono oltre 800 e costituiscono un vero e proprio “museo diffuso” che costituisce un prezioso patrimonio identitario del nostro passato che è dovere di ognuno difendere e valorizzare a beneficio di tutti.

“Il Veneto una regione che nel suo territorio fatto di storia, natura, paesaggi, tra i tanti “beni” ha nelle Ville un testimone culturale e paesaggistico di grande importanza.
Contribuì a fare storia nel Cinquecento Andrea Palladio con una serie di ville che con i loro contesti agricoli e paesaggistici e con le “barchesse”, sono diventati segni identitari di lavoro e cultura.
Palladio, ma non solo Palladio, perché ci sono Ville con grande varietà di tipologie e collocazioni territoriali dal Brenta ai Colli Berici, dal Terraglio al Veronese, fino alle estreme propaggini del Friuli.
Iniziative di ampio respiro, aperte al grande pubblico, come la ‘Giornata delle Ville Venete’ costituiscono occasioni importantissime per approfondimento e trasmissione di conoscenza: e conoscenza significa diffusione della sensibilità verso le esigenze della tutela e della valorizzazione”.

Presidente Prof. Amerigo Restucci

Share This